roadshow

In continuità con l’esperienza virtuosa del Roadshow 2022/2023 “Salute, un bene del territorio” – che si è svolto attraverso 12 territori, ospitando 115 relatori –, Federfarma Lombardia, con il supporto organizzativo di Inrete, ha scelto di proseguire, nel corso del 2023/2024, l’itinerario di ascolto e restituzione dei territori con il Roadshow “La Lombardia che vorrei”. Brescia, Pavia, Varese e Milano, queste le tappe dell’iniziativa che ha visto la partecipazione di 36 relatori, tra cui esponenti istituzionali a livello nazionale e regionale – come Giuseppe Valditara, Ministro dell’Istruzione e del Merito; Attilio Fontana, Presidente di Regione Lombardia; Massimiliano Fedriga, Presidente del Friuli-Venezia Giulia; Marco Alparone, Vicepresidente e Assessore al Bilancio e Finanza di Regione Lombardia; Emanuele Monti, Presidente Commissione IX Sostenibilità sociale di Regione Lombardia; Annarosa Racca, Presidente di Federfarma Lombardia – Sindaci e amministratori locali, referenti provinciali, Direttori e rappresentanti delle ATS e ASST, clinici e specialisti, esperti e associazioni.

Al centro dei dibattiti – avvenuti alla presenza di farmacisti, esperti e addetti ai lavori – le nuove sfide che il Servizio Sanitario Lombardo, nell’era post Covid 19, deve affrontare per offrire servizi più equi, sostenibili e vicini alle esigenze del cittadino. In particolare, la digitalizzazione sanitaria, come la telemedicina, funge da driver per fornire prestazioni maggiormente accessibili, inclusive e customizzate, semplificando il lavoro di medici e infermieri.

Si è parlato anche del DM 77/2022, il quale definisce la nuova funzione delle farmacie: diventano presidi di prossimità per il cittadino, in grado di erogare prestazioni di qualità, anche nelle zone periferiche, riducendo le liste di attesa e il carico di lavoro dei centri ospedalieri.

Infine, tutte le parti coinvolte sono state concordi nel ribadire che il confronto e il dialogo continuo tra tutti gli attori del sistema sanitario sia il metodo migliore per offrire una sanità più attenta, moderna e fruibile ai cittadini lombardi.

Il progetto ha ricevuto l’egida di tutti i Comuni coinvolti e si è svolto in media partnership con True News e diverse testate locali e di settore.